Inter – Sassuolo 2-1: un altro passo verso l’obiettivo

Inter batte Sassuolo 2-1. Adesso sono 10 le vittorie di fila per la squadra del mister Antonio Conte.

Forse per la prima volta, dopo una vittoria importante, ci sono dentro di me sentimenti contrastanti, dovuti alla complessità della situazione che stiamo vivendo.

Abbiamo seriamente la possibilità di vincere il campionato, per la prima volta da 10 anni, lottando contro tutto e contro tutti.

Ogni risultato positivo che otteniamo è un piccolo solco che scaviamo tra noi e gli avversari e un ostacolo in meno da affrontare prima della fine.

Firmerei subito per vincere senza incantare sei delle prossime nove partite

Veniamo da un cammino terribilmente stressante.

Con pochissimi giorni di vacanze estive, senza preparazione pre campionato e soprattutto da una rimonta che ci ha fatto guadagnare 17 punti sul Milan  allora capolista e di mettere alle spalle tutte le rivali in modo consistente.

Abbiamo ottenuto 56 punti nelle ultime 21 partite con 18 vittorie, due pareggi, una sconfitta.

Spesso abbiamo vinto di misura, con una grande sofferenza e un grande logorio.

Abbiamo almeno 5-6 uomini chiave, praticamente insostituibili e quindi costretti a giocare sempre in una stagione che tra campionato dai tempi ristretti e coppe obbliga  spesso a giocare ogni 3 giorni.

Quello che il gruppo squadra con i suoi tecnici sta facendo è strepitoso e degno di ogni elogio.

L’imperativo a questo punto è portare a conclusione il lavoro, sapendo che probabilmente faremo fatica, non potremo ritrovare la brillantezza di qualche tempo fa, perché anche mentalmente adesso il dover vincere peserà.

Nelle prossime partite non potremo chiedere alla squadra ‘spettacolo’ e il cinismo, se si accompagnerà ai risultati, sarà più che sufficiente.

Il cinismo, la generosità, la lotta oggi ci sono stati, ma c’è stata anche una grande sofferenza e non sono sicuro che contro una squadra con attaccanti migliori sarebbe bastato.

Ormai gli allenatori avversari si sono passati la voce: “Abbiamo dominato, abbiamo avuto più occasioni e fatto più tiri dell’Inter”. Come in altre occasioni, dimostreremo anche con le cifre ‘ragionate’, più avanti, che si tratta di una favola, un disco rotto.

E tuttavia io, che non sono un amante del bel giuoco ma delle vittorie ottenute,  qualche preoccupazione di troppo (oltre a quella che ho sempre quando il risultato è in bilico e  per me non è più in bilico solo sul 6-0) l’ho avuta, osservando la partita e al termine della stessa

Io ho visto tre fasi: un primo tempo in cui abbiamo scelto di giocare bassi ma riuscivamo a ripartire e a far loro molto più male di quanto rischiassero di fare loro a noi.

Se non sbaglio non abbiamo mai difeso in affanno e loro hanno avuto una sola occasione (per altro sventata da un nostro difensore che è lì per quello) nel finale.

Noi abbiamo segnato un gran gol e ne abbiamo sbagliati almeno altri 3 o 4 per scelte sciagurate nella conclusione (in situazione favorevolissima) o nell’ultima giocata.

Nel secondo tempo li abbiamo aspettati ancora, ma non riuscivamo più a uscire.

La stanchezza, fisica o mentale, il timore della beffa, la forza della disperazione che moltiplicava le loro energie…  non sono io a dover individuare  le cause.

Negli ultimi minuti dopo il 2-1 bello ma fortunoso (il marcatore del loro goleador era a terra infortunato e probabilmente c’era stato un fallo), loro hanno perso gli equilibri e noi siamo riusciti a creare e sbagliare almeno tre occasioni da gol clamorose.

I rigori non li considero, perché certamente ce n’era uno a nostro favore (le immagini confermano che il braccio del difensore era larghissimo), mentre loro hanno reclamato per una trattenuta di maglia che c’è stata ma era leggerissima. Sarò di parte, ma sono convinto che se ogni volta che Lauti o Romelu subiscono una trattenutina ci fischiassero il rigore avremmo già vinto matematicamente lo scudo.

Dunque tutto bene?

Secondo me no.

E lo dico da persona convinta che se difendi per 90’ minuti e vinci 2-1 (o 1-0) significa che hai fatto meglio la fase difensiva (prendendo meno gol di loro) e quella offensiva, segnandone almeno uno in più.

Il resto, per me, è poesia, non critica calcistica.

Io credo che Conte conosca alla perfezione la condizione fisica e psicologica della squadra, quello che può pretendere da chi va in campo e anche che cosa può dare la squadra avversaria.

Probabilmente lasciarli palleggiare, aspettandoli bassi e puntare sull’intercetto o sul loro errore per ripartire negli spazi  è stata una scelta consapevole e razionale.

Tra l’altro il gol segnato abbastanza presto ha reso ancora più efficace questa strategia di gioco.

Ma nel secondo tempo la difesa non era più così ordinata, le ripartenze non riuscivano più e i loro attacchi, se pur disordinati, divenivano più insistenti e quasi minacciosi.

Giocare davanti alla propria area per 80 minuti su 90 se è tutto ciò che riesci a fare, va bene, ma non puoi nasconderti il rischio che  un errore, un rimpallo, una deviazione, un falletto visto male dall’arbitro vanifichino gli sforzi fatti.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma credo che si debbano capire i motivi per cui nella ripresa non siamo ‘usciti’ come spesso facevamo in passato, per vedere (sempre che sia possibile) come intervenire.

Questo perché non sempre un atteggiamento simile (per esempio contro squadre più forti) darà lo stesso risulto.

Ci sono cause contingenti probabilmente: giocatori rientrati dalle nazionali con le quali hanno sopportato viaggi, cambi di allenamento e partite ravvicinate, proprio in coincidenza con un altro tris di partite ravvicinate;  alcune assenze che, anche se gli avversari ne avevano di più e forse per loro più importanti, per noi sono state decisive per la mancanza di uomini che consentissero ai titolari di rifiatare.

Mi riferisco certo a Brozo, con il quale (se in buone condizioni) avremmo avuto più possibilità di organizzare le ripartenze: abbiamo dovuto giocare con Gagliardini titolare e nel finale addirittura con un Vecino non pronto.

Ma soprattutto abbiamo dovuto schierare Darmian centrale di sinistra e non avevamo Perisic.

Così dei nostri 4 esterni ne avevamo a disposizione solo due e hanno dovuto giocare tutta la partita, anche se, chiaramente, almeno Hakimi non era in giornata.

Se consideriamo quanto siano fondamentali gli esterni nel gioco di Conte e come quasi sempre per il sacrificio che si richiede loro, sono le prima sostituzioni, questo può aiutare a comprendere la difficoltà di ‘uscire’ nel secondo tempo.

Sono tutte supposizioni e spiegazioni da tifoso, per quanto abbastanza credibili e ho piena fiducia nel fatto che, per quanto possibile, Conte e il suo staff sapranno intervenire in modo da  ridurre l’impatto negativo di qualche flessione, che per altro, a questo punto penso avranno anche le altre squadre, pur se qualcuna è forse più ricca di alternative rispetto a noi.

Perché giocheremo ancora nove battaglie e di queste ne dovremo vincere ancora parecchie, per farcela.

Le cifre

Abbiamo sempre detto che le cifre vanno interpretate, perché, per fare solo un esempio, un tiro da 40 metri che finisce a 20 dalla porta è un tiro fuori come uno scoccato da dentro l’area che esce di un millimetro, per le statistiche.

Dobbiamo anche tener conto delle strategie di gioco consapevolmente assunte dai due allenatori.

Secondo me la strategia adottata da Conte è stata perfetta, almeno fino a quando abbiamo avuto ancora la forza e la lucidità per ripartire.

Rarissimamente, direi quasi solo a colpo sicuro, i nostri uscivano in pressing.

Ma c’è di più: aspettavamo gli avversari al limite dell’area senza  ‘incontrarli’ ma solo restando un paio di metri davanti a ciascuno di loro.

Quanto bastava per impedire il tiro da fuori agevole e impedire che, eludendo un contrasto dei nostri, loro andassero in superiorità numerica.

Così gli emiliani erano costretti a passarsi la palla in orizzontale, all’infinito, con passaggi facili e scontati ma improduttivi.

Questo spiega i pochi dati positivi del loro score:  possesso del 68% (contro il 32%); 802 passaggi (contro 313), maggior accuratezza (95% contro 87%), più tiri verso la porta (14 a 8).

E’ evidente infatti che se noi li aspettiamo senza pressare e loro si passano la palla in orizzontale, sempre sul giocatore più vicino, assommano in totale più passaggi, più passaggi ‘giusti’ più tiri da fuori (o tiri della disperazione).

Ma i dati positivi per loro finiscono qui.

Perché i tiri IN porta sono 5 a 5,  e i tiri IN porta da dentro l’area (ovviamente più pericolosi) sono 4 a 2 per noi e io non ricordo parate decisive di Handa.

Le occasioni sono state addirittura 5-2 per noi, loro hanno dovuto ricorrere a più falli (13 a 8) e noi abbiamo fatto il doppio dei loro recuperi (42 a 21).

Poi, ma questo è un dato ‘visivo’ e non  statistico, io non ricordo giocatori loro in condizione di tirare a rete agevolmente da dentro l’area, mentre noi abbiamo fatto due gol straordinari, uno altrettanto bello annullato giustamente ma per un fuorigioco millimetrico che non oscura la limpidezza dell’azione e almeno in due altre occasioni (ma forse di più) prima Hakimi, poi Sanchez hanno mancato una conclusione piuttosto facile dopo azioni incisive ed efficaci.

Tra l’altro, per quello che conta, tra run e sprint noi abbiamo corso un po’ più di loro.

Alcune notazioni statistiche interessanti nascono invece dai dati relativi alla prestazioni individuali.

Lukaku è il giocatore che ha al suo attivo il maggior numero di recuperi (12), davanti a Darmian (9), Young (7), Gaglia (5) e Djuricic (4).

Hakimi è il giocatore che ha percorso più km sprintando (1,507), davanti a M. Lopez (1,053)

Barella è colui che ha percorso in run o in sprint il maggior numero di km (9,062) davanti a Djuricic (8,734).

de Vrji, un po’ a sorpresa, ha toccato la punta massima di velocità (35,12) davanti ad Hakimi (34,1) e a Raspadori (31,8)

Un dato diverso è relativo alla velocità media tenuta dai singoli con Karamoko che primeggia (8,9) davanti a Eriksen (8,5), Gaglia (8,3) e Barella (8).

Questo si spiega con il fatto che Karamoko ha giocato pochissimi minuti  ed è naturale che abbia tenuto un ritmo superiore a chi ha giocato 90’o quasi.

Infine c’è un altro dato interessante: nella graduatoria della velocità media (quindi dell’intensità atletica) dopo Karamoko troviamo I TRE NOSTRI CENTROCAMPISTI.

Questo dato esprime bene  secondo me quali sono alcune delle caratteristiche imprescindibili che Conte richiede ai suoi centrocampisti.

Anche tenendo conto di tutti questi dati e situazioni, vediamo quali possono essere le proposte di…

Pagelle individuali

Handanovic:  poco impegnato, incolpevole sul gol se la cava bene sull’unico tiro che presenta qualche difficoltà. 6.5

Skriniar: baluardo difensivo insuperabile. Ha poche occasioni per proporsi ma dietro spesso è provvidenziale 7.5

de Vrji: organizza e dirige la difesa, poteva evitare la lieve trattenuta su Raspadori che ha fatto arrabbiare soprattutto gli…juventini, abituati ad avere quel tipo di rigori. 6+

Darmian: dopo diverse presenze come quinto di centrocampo si dimostra prezioso anche come difensore centrale (come abbiamo visto è il giocatore con all’attivo più recuperi dopo Lukaku). Le assenze di Bastoni, di Perisic e di Brozovic, nonché la minor lucidità di Hakimi hanno limitato le nostre uscite, ma non si può farne una colpa a lui che si è invece dimostrato molto duttile. 6.5

Hakimi: è sempre il più veloce ma non il più lucido, come non gli riesce da alcune partite. L’Hakimi delle prime giornate, con 4° 5 gol e altrettanti assist è un ricordo abbastanza lontano, ma se fosse ancora su quei livelli non sarebbe… umano. Sbaglia spesso le giocate finali, ma tiene la posizione con puntiglio e determinazione. Un giocatore è grande quando gioca da otto al top e almeno da sei quando è in calo. 6

Barella: la solita intensità mostruosa anche se il giallo ricevuto un po’ lo limita (tra l’altro limitarsi ad aspettare l’avversario anziché azzannarlo, non è il suo…esercizio preferito). Imprescindibile, ma una giornata di riposo dovrebbe fargli solo bene. 6+

Eriksen: adesso è un giocatore di calcio per intensità, velocità di gambe e di pensiero, senso della posizione e naturalmente, tecnica, che non gli è mai mancata. Non un giocatore decisivo, ma un elemento importante, soprattutto in una partita in cui tra i compagni di reparto oltre a barella, c’è il Gaglia. 6+

Gagliardini: siamo sempre lì, se pretendiamo da lui la finezza, l’uscita con la palla fra tre avversari o piacevolezze simili, meglio non metterlo neppure. Se invece c’è bisogno di uno che lotti, assicuri fisicità e applicazione nella fase difensiva, dà il suo contributo. 6

Young: nettamente migliorato rispetto alle ultime presenze. Quando ha campo e noi riusciamo a ripartire, fa molto male al sassuolo, con due assist di cui uno sprecato da hakimi e l’altro per Lukaku ha indirizzato la partita. Positivo anche in fase di copertura (grazie anche all’aiuto di gaglia e persino di lauti). 6.5

Lukaku: la solita grandiosa prestazione: un gol magnifico, l’assist per Lauti e quello, sprecato, per Sanchez, nel contesto di una prova di grande spessore e continuità. 7.5

Lauti: nella nuova posizione è grandioso; immarcabile, aiuta i compagni nella fase di contenimento, strepitoso nel far ripartire il gioco con soluzioni geniali (cfr. il passaggio su Young nel primo gol), arrivando da dietro segna anche più di quando stava in area a farsi marcare. Naturalmente questo lavoro è molto più logorante. 7.5

Sensi: per me entra bene, con garra e con la nota disinvoltura in fase di possesso. Prestazione promettente, perché avremo molto bisogno di lui, se al top. 6+

Vecino: non sembra pronto ancora, almeno non al suo top, però lavora con diligenza e sacrificio. 5.5

Sanchez:  sbaglia un gol clamoroso, ma ormai l’aspetto realizzativo non è più il suo forte, però dà garra personalità vivacità e sa tener palla 6—

All. Conte: il voto glielo darò… a fine campionato. Per quanto riguarda la singola partita…immaginatelo voi sulla base del commento al match.

In seguito alla discussione interessante sorta sul blog circa la ‘timidezza’ con cui nel calcio italiano si valorizzano i giovani, ritengo possa essere interessante  visionare la situazione attuale di alcuni nostri giovani (o ex nostri giovani) del 1998, 1999, 2000, 2001, cioè attualmente tra i 20 e i 23 anni.

Qualche dato sul percorso dei nostri ex giovani

Ho preso in considerazione solo giocatori che in Primavera hanno vinto o comunque che risultavano senza dubbio alcuno tra i più forti in categoria.

Sono andato a memoria e se ho dimenticato qualcuno mi dispiace.

Come si vede, NESSUNO tra i  ventitreenni gioca ancora oggi in A.

Tra i ventiduenni solo Zappa, Pinamonti, Zaniolo e Zinho. Zappa è la sorpresa, Pinamonti, Zaniolo e Zinho erano predestinati e non tragga in inganno il fatto che Pina ha giocato pochissimo: questo dipende solo dal fatto che è nella squadra prima in classifica.

Tra i ’99 ho voluto inserire anche Spaviero che era uno dei più talentuosi in assoluto, ma a causa di qualche infortunio di troppo e di limiti evidenti di potenza, fatica a giocare in C.

Tra i 2000 solo Colidio gioca nella A belga e solo Salvatore Esposito e Bettella in B. Mula gioca (bene) nella B Belga e Roric nella A, ma in Slovenia

Tra i 2001 solo Salcedo gioca in A

L’unica sorpresa resta Zappa che ha bruciato le tappe. Gli altri erano attesi, era solo questione di tempi di maturazione.

Da questi dati risulta che secondo me risulta che secondo me ancora oggi (figuriamoci… allora) solo  Zaniolo, Zinho e Pina, al netto degli infortuni avrebbero potuto avere qualche chance di una sporadica presenza  nell’ultimo anno di Primavera con noi.

NomeAnnoSeriePresenzeMinutiGoalAssist 
        
Cagnano‘98C Novara29238913 
Pissardo‘98C Lecco27243023  subiti  
Mattioli‘98C Modena10626   
Gravcillon‘98A Francia23202912 
Carraro‘98B Frosinone19809   
Lombardoni‘98C Pro Patria24211411 
Butic‘98B Pordenone25128932 
        
Zappa‘99A Cagliari2822004  
Nolan‘99B Spagna4360   
Sala‘99B Spal32199414 
Pinamonti‘99A  Inter759   
Emmers‘992*  Olanda1783364 
Valietti‘99C Carrarese191151 1 
Dekic‘99C Casertana654014 subiti   
Brignoli‘99C Pro Patria 209532  
Rover‘99C  SudTirol34212852  
Odgaard‘99B  Pescara19129012 
Belkheir‘99B Portogallo105451  
Zinho‘99A  Standard L.13*1117*   
Zaniolo‘99A  Roma**   
Spaviero*‘99C  Pro Sesto233 1 
        
Schirò2000C Carrarese30209521 
Merola2000C Grosseto187732  
Grassini2000C Carrarese17905   
Rizzo2000C Feralpi2110441  
Pompetti2000C Cavese171067   
Gavioli2000C Feralpi26118711 
Adorante2000C Francavilla197102  
Sal. Esposito2000B Spal31235344 
Mulattieri2000B Olanda262072153 
Bettella2000B Monza2613472  
Roric2000A Slovenia15805   
D’Amico2000C Pro Sesto1478231 
Colidio2000A  Belgio31155922 
        
Colombini2001C Novara8443 1 
Burgio2001C Renate195671  
Ntube2001C Pro Sesto19913 2 
Gianelli2001C Pro Sesto4191   
Salcedo2001A H. Verona1564412 

Luciano Da Vite

55 pensieri riguardo “Inter – Sassuolo 2-1: un altro passo verso l’obiettivo

  1. A mio modo di vedere vittoria fondamentale ma che brutta partita vinta dalla Lula, e quanti palloni persi banalmente un infinità concordo che l’assenza di Brozo si è notata eccome, con un loro pressing inesistente palloni banalissimi persi in ripartenza, ho commesso il grave errore di vedere Bayern Psg un altro sport il Bayern ha perso facendo 30 tiri 14 corner contro una delle squadre più forti al mondo spettacolo, io francamente faccio fatica a pensare che il Bayern in Italia farebbe fatica con i Benevento, Cagliari, etc, il dialogo è bello perchè ognuno esprime i suoi punti di vista sul buon Guardiola mi permetto di segnalare che sta per vincere per l’ennesima volta il campionato più dififcile del mondo, campionato che potrebbe regalare 3 delle 4 semifinaliste della Champions, campionato in cui Lukaku era stabilmente in panchina e da noi sembra un ira di Dio cosa facevano a Manchester lo sedavano? Più che pensare a Guardiola penserei ai nostri che non hanno nemmeno passato i gironi noto che le squadre che ci hanno estromesso extra Real sono già tranquillamente a casa, stiamo correndo il serio rischio che due pippe sesquipedali come Kovacic e Cancelo arrivino in semifinale di Champions da titolari figuratevi se arrivassero in finale, se penso poi che il mitico Kante è stato panchinato da Mateo comincio seriamente a pensare che il mondo stiamo cominciando a girare al contrario

    "Mi piace"

    1. Claudio,se mi permetti, esprimere la propria sacrosanta opinione definendo Kovacic e Cancelo come due pippe sesquipedali non fa onore alle tue tesi. Detto questo ,certo il paragone tra lo spettacolo offerto dalla ns partita e quella tra Bayern e Psg è abissale ; insomma Real ,Bayern,Barcellona sono l’aristocrazia del calcio europeo, Psg e City si sono inserite in questo gruppo grazie ad investimenti enormi,idem il Chelsea, il Manchester Utd sta tentando di tornare ai massimi livelli , il Liverpool è sempre lì…..e noi…beh noi siamo nell’anticamera e con investimenti oculati e con scelte giuste potremmo anche entrare nel salone dei Vip, ma certo è che l’attuale “sistema calcio Italiano” ,intendo tutto il sistema dalla Figc alle Leghe ,alla parte dei “vari media”, non aiuta di certo le ns. squadre ad essere competitive in Europa.

      "Mi piace"

      1. Grazie tu marco x il tuo garbo in realta x me entrambi sono buoni giocatori anzi cancelo x me e un ottimo giocatore il pippe sesquipedali e certamente un uscita infelice che ho avuto

        "Mi piace"

  2. Sono discorsi che significano qualcosa solo per chi li fa. Anche Ibra in Spagna ha fallito…E il celebrato Eriksen da noi ha faticato moltissimo. Cancelo e Kovacic possono anche vincere la Cl. Pensa che l’ha vinta persino Mc Donald Mariga. Resta il fatto che quei due sono stati offerti a mezzo mondo e non li ha voluti nessuno…Invece sembra che per il panchinaro Lukaku piovano offerte stratosferiche.
    Guardiola è bravo altrimenti non sarebbe stato sempre in squadre che gli danno valanghe di euro e gli comprano giocatori a colpi di centinaia di milioni. Ciò non toglie che, guidando queste squadre, ha vinto solo 2 CL (con i campioni più celebrati del secolo), di cui una rubata palesemente
    Se ognuno esponesse le sue idee sul calcio senza polemizzare con quelle altrui, sarebbe un mondo migliore

    "Mi piace"

  3. Scusa pensavo di esprimere opinioni come tu ne hai espresse, dixiamo che guardiola ha vinto con dani alves iniesta xavi busquets e tre punte credo che una squadra del genere nessun allenatore italiano l avrebbe mai schierata secondo me e sempre secondo me e piu difficile vincere una champions che uscire in un girone come il nostro i furti di guardiola vedo che ricordi qll a favore ma i molti e molti piu a sfavore nn compaiono solo l ultimo in ordine di tempo il gol di mano del tottenham due anni fa ricordo che anche con noi nn fu proprio fortunatissimo ma
    Certamente sbaglio io

    "Mi piace"

  4. Dirò un’eresia ma Bayern Psg per me è stata una partita divertente perché costellata di una quantità di errori assurdi. Da un punto di vista tattico è stata quanto meno rivedibile.

    Piace a 1 persona

  5. a me il primo tempo di inter sassuolo è piaciuto. gli facevamo fare quello che volevano fino a un certo punto. lasciavano dietro spazi clamorosi e abbiamo creato tanto. poi non abbiamo finalizzato per poca precisione

    secondo tempo più in difficoltà facevamo fatica a ripartire ma non ho mai avuto la sensazione di soffrire

    16 punti è matematico anche nel caso la juve le vinca tutte..manca ancora molto ma la strada è tracciata

    "Mi piace"

  6. Tu pensi che Pep sia uno che ottiene il massimo dalle squadre fortissime che allena, io penso di no.
    Amici come prima.
    Inoltre a me pare che anche contro di noi abbia rubato (non lui, la sua potente società), senza riuscire comunque a vincere. Ma in quella partita sono di parte

    "Mi piace"

  7. Sarà pure calcio spettacolo quello altrui, però il Chelsea ha cambiato allenatore perché NON difendeva, ciò nonostante nell’ultima di Premier, forse “distratto” dalla CL, ha perso 2-5 in casa col West Brom., penultimo, giocando una partita penosa, l’ho vista; fosse successo all’Inter immagino i commenti…si dovrebbe guardare l’insieme e non solo l’ultima partita.
    L’Inter, dalla partita con l’Atalanta, ha scelto una linea di gioco più prudente, sfruttando alcune qualità e i possibili difetti delle avversarie, credo perché l’obiettivo scudetto si è fatto più reale e, quindi, si è scelto ridurre i rischi. Nelle precedenti partite si sono fatte anche ottime prestazioni.
    Una notazione sul mitico possesso palla: il Sassuolo, buona squadra per la serie A, diciamo da settimo/ottavo posto, con la “filosofia” De Zerbi, dopo un ottimo inizio (8 partite 19 punti), ha collezionato 21 punti in 21 partite, facendo il maggior possesso palla di tutta la A, sopra il 60% (quindi, ieri, nessuna anomalia…). Una media da salvezza risicata…farsi qualche domanda sulla EFFICACIA del gioco? Il “bel gioco” non esiste, al massimo il gioco efficace, funzionale a (provare a) fare gol senza subirne.
    Il primo anno di Spalletti, da primi in classifica, in una delle ultime dell’andata, giocammo col Sassuolo, facendo noi più possesso palla e perdendo in casa (senza che il Sassuolo ricusasse la sua vittoria in “contropiede” senza il dominio statistico…), io preferisco l’utilitarismo di ieri.
    Guardiola non gioca più, da tempo, come col Barça, non è stupido e sa che con quei giocatori, solo con loro, era “utile” il tiki taka esasperato…
    Due considerazioni, infine, “personali: 1)a me, idealmente, il tentativo di tenere sempre la palla, il guardiolismo esasperato, non garba, mi sembra la “prepotenza” del più forte, si gioca con 2 squadre…infatti i “giuochi” in cui la statistica ha un valore preciso, quasi assoluto, Basket o Volley, prevedono, sempre, il possesso alternato e punteggi alti, si gioca in due e vince chi sfrutta meglio la sua parte di gioco.2) Julio Cesar, lancio, testa di Milito, Snaijder, Milito rete, Inter-Bayern, 22-05-2010, calcio POESIA, senza passaggi ma solo una verticalizzazione…
    Il calcio è verticale, in orizzontale ci si riposa.

    Piace a 1 persona

    1. Aggiungo che spesso Guardiola al Barcellona sì, esasperava il possesso palla, ma poi diverse volte si assisteva a verticalizzazioni improvvise che tagliavano letteralmente in due il campo e la difesa avversaria. Questo soprattutto nel 2009 e nel 2011 quando le punte erano Eto’o e David Villa (caratteristiche molto diverse rispetto a quelle di Ibra). Anche il Napoli di Sarri aveva percentuali altissime di possesso, ma tante volte attaccanti come Mertens e Callejon venivano lanciato in verticale, dopo una costruzione dal basso che liberava spazi più avanti.
      Proprio pochi giorni fa ricorreva l’anniversario del gol di Stankovic da centrocampo contro lo Schalke: Cambiasso alza la testa e subito lancio per Milito… con certi giocatori arrivare in porta con due passaggi era più facile. Bellissimo anche il gol di Maicon a Udine nel 2010: Milito si allarga e riceve da Maicon, che si butta nello spazio, palla a Pandev che scucchiaia per Maicon… Una sessantina di metri in otto secondi circa.

      Piace a 1 persona

  8. Concordo al 100% con Amstaf. Ma intendiamoci: anche a me piacerebbe vincere 7-2 giocando sempre nella metà campo avversaria, dominando la partita senza mai soffrire. ma sono realista (credo). E’ la quinta vittoria consecutiva che otteniamo con il minimo scarto. magari avessimo vinto 1-0 una delle due partite contro gli Ucraini, giocando sempre davanti alla nostra area!. I RISULTATI INTERNAZIONALI CHE SI VORREBBE PORTARE A CONFORTO DI UNA TESI (LEGITTIMA) sono una semplificazione che non condivido. Bisognerebbe che Inter Milan Roma Napoli potessero spendere come PSG Bayern, Chelsea City, Barcellona, Real, MU per fare un confronto credibile. Il giorno in cui l’Inter, con una squadra già forte, potrà permettersi di prendere in un sol colpo i Mbappè e i neymar della situazione, giovani non a fine carriera, si potrebbe parlarne. Di sicuro in Italia con i mezzi e quindi i giocatori che possiamo permetterci riusciamo spesso a mettere in difficoltà squadroni finanziariamente e politicamente potentissimi. Ripeto, per me Guardiola è un grande allenatore che usl piano internazionale ha vinto meno di quello che, con le sue squadre, avrebbero vinto Lippi, Conte, Mancini, Ancelotti ed altri.
    Sui giocatori: mai detto che cancello e kovacic fossero delle pippe. Kovacic è un buonissimo giocatore che a me non piace perché non amo i centrocampisti che portano palla. Quando è partito Kovacic ed è arrivato bronzo sono stato contento, perché bronzo è un tipo di centrocampista più vicino alla mia idea di calcio. Cancello è un ottimo giocatore, ha grandi qualità e limiti. Però forse è adatto a un tipo di gioco che da noi non pratica nessuno e per sfruttarlo al massimo devi costruirgli un contesto specifico intorno. Secondo me questo si può fare per Lukaku, non per cancelo.
    Sono perfettamente consapevole del fatto che la mia visione del calcio è assolutamente minoritaria, almeno tra i tifosi e i giornalisti, ma credo che sia legittima e riconosco che è legittima anche quella opposta. Io mi sono ribellato a definizioni per esempio di D’Ambro come piedi da serie C; mi ‘ribello’ quando si dicesse che Cancelo e Kovacic siano scarsi. Semplicemente io se posso scegliere preferisco altri giocatori, rispetto a quelli solo ‘pratici’ ma anche rispetto a quelli che non mi convincono come tattica, forza fisica o corsa e intelligenza calcistica

    "Mi piace"

  9. Ciao a tutti, io penso che un calo di alcuni dei nostri pilastri (soprattutto Hakimi) sia fisiologico.
    In questa fase è comunque importante far punti a prescindere da tattiche e, soprattutto, iniziare a capire chi dovrà far parte della squadra il prossimo anno. Se vogliamo pensare di essere competitivi in Europa (non vincerla eh) occorre inserire degli under 25 tosti che aumentino sensibilmente ritmo squadra, eliminando chi ormai è al capolinea oppure va al ritmo di 20 anni fa.
    Per me tecnici arrivano fino a un certo punto, poi servono giocatori. Ritmo di bayern psg di ieri è pazzesco, a prescindere da errori. E un davies è costato poco. Li dobbiamo puntare.
    Allegri faceva giocare la gobba in modo osceno, ma con le qualità dei giocatori ha fatto due finali.
    Dipenderà molto da evoluzione societaria ma io concentrerei tutto ciò che ho su 2o3 profili cercando di liberarmi di tutti quelli che allungano panchina solo come nome. Molto meglio avere giovani canterani dal 16esimo giocatore in avanti ed averne 15 buoni, di gamba, mediamente giovani ed in parabola ascendente. Che averne 24 di cui 10 sono di livello Bassano e per lo più in calo. Mia opinione ovviamente

    "Mi piace"

  10. Ciao a tutti. La nostra amatissima squadra è sicuramente in debito di ossigeno e affronteremo il Cagliari che è quasi all’ultima spiaggia. Il Cagliari è una buona squadra con individualità di prestigio. Contro di noi però dovrà attaccare: speriamo di confermare la nostra capacità di rubar palla e ripartire. Il nostro campionato ha svoltato quando abbiamo smesso di giocare nella metà campo avversaria e abbiamo cominciato ad aspettare gli altri. Sinceramente non mi frega nulla del bel gioco, semplicemente non ce lo possiamo permettere: a questo punto ci serve l’undicesima.

    "Mi piace"

  11. Per quanto riguarda Inter-Sassuolo….certamente abbiamo qualche giocatore sottotono e quindi diventa più forte la pressione per non lasciarsi sfuggire un traguardo che si vede vicino. Detto questo ..nulla da dire sul primo tempo,ma nel secondo mi sarei aspettato una gestione migliore della partita,perchè poi abbassandosi troppo può capitare di subire una giocata sfortunata , una disattenzione ,insomma un episodio che compromette il risultato. A margine ricordo che noi andiamo spesso in difficoltà quando giochiamo contro una squadra senza riferimenti fissi in attacco.

    "Mi piace"

    1. La seconda. Non conosco il procuratore ma a giocatore mediocre non può che corrispondere un procuratore mediocre.
      Speriamo di evitare di buttare risorse su profiii di questo tipo

      "Mi piace"

  12. Faccio una provocazione, sapendo che è una forzatura.
    Tiri totali:10/24. Tiri in porta:3/7. Possesso palla:32/68. Passaggi: 322/509. Precisione nei passaggi: 73%/82%. Angoli:4/10.
    Risultato finale, Samp 2-Inter 1.
    In quanti, a fine partita, si sono “consolati” con le “statistiche”?
    p.s.)Risparmio le statistiche di Inter1-Milan 2, sarebbe lo stesso discorso…
    p.p.s.)Per me, contro la Samp, abbiamo fatto una brutta partita, “sfortunata” quanto si vuole ma, diciamo, non buona.

    "Mi piace"

  13. Certo nn si vince con il numero di tiri diciamo che di norma e piu facile far gol se fai 20 tiri che se ne fai 5 dopo ogni opinione e legittima e i gusti sono gusti io dico che nn sono tanto le statistiche a consolare quanto almeno x me l atteggiamento il bayern che ha una difensiva lacunosa immagino che qnd entra in campo sappia per come gioca di poterne prendere 3 e lo accetta visto che nn cambia atteggiamento il bayern nn mi sembra ma potrei sbagliare una societa che fa investimenti esagerati il mio timore e che cambiando allenatore e diventando piu difensiva nn sarebbe piu un gran bayern ricordo che l hanno scorso ha vinto la champions con 2 centrocampisti thiago e goretka che nn mi sembrano grandi incontristi davis difensivamente scarso e 4 punte il real ha vinto con marcelo 3 punte kroos e modric il liverpool di klop il barca con il centrocampo che sappiamo alves e 3 punte insomme io tutta qst intensita e capacita difensivi in qst squadre nn le vedo alcune nn mi sembravano neppure con giocatori cosi eccezzionali, a me sembra che una mentalita diversa dalla nostra paghi in giro per il mondo mi direte a ragione ma gli altri che giocatori hanno, verissimo pero vedo che spesso le italiane escono con squadra ben piu deboli di loro

    "Mi piace"

  14. Ripeto, Italia terza nella graduatoria UEFA, i tedeschi dietro. Se alle prime due togliessimo le 2-3 squadre per campionato che possono spendere cifre enormi, sarebbero dietro anche loro. L’Inter di Mou giocava con Maicon Cambiasso, Motta Pandev Eto’o Wes e Milito. Ma tutti facevano anche la fase difensiva. Se hai otto fuoriclasse e sono disposti (e capaci) anche a difendere, nessuno preferisce loro mariga

    "Mi piace"

  15. Purtroppo la classifica uefa come i tiri e i corner nn fan vincere partite o trofei ricordo un belgio forse 2 nella classifica uefa ma nn ricordo particolari successi sul fatto che bayern dortmund e lipsia investano piu delle nostre sarei molto molto dubbiosi francamente da interista prefirirei vincere la champins cone i tedeschi ed essere decimo nella classifica uefa

    "Mi piace"

  16. Claudio, sei troppo intelligente per non cogliere che qui non si sta discutendo di avere una squadra forte e non si sta discutendo di tiri e corner,. mal’Uefa fa una classifica di merito esclusivamente sulla base dei risultati internazionali. E questi dicono che OGGi il nostro calcio è terzo, davanti ai tedeschi e dietro due nazioni che hanno la fortuna di possedere qualche squadra ricchissima che alza il livello. In Inghilterra persino il Tottenham ha disponibilità finanziarie superiori alle nostre. Anch’io, da interista, preferirei che l’Inter vincesse tutto comprando i migliori campioni e che per la scarsità media del calcio nazionale, fossimo al 20° posto. Ma non è quello cdi cui stiamo discutendo. A me sembra che si discuta se la qualità media espressa dal calcio italiano sia superiore a quello della altre, prescindendo dalle 4-5 squadre che hanno facoltà finanziarie enormi. Non si possono paragonare due piatti di pesci e c., in uno dei quali è stato possibile mettere aragoste e nell’altro solo sardine e e pesci persici. E poi sostenere che il cuoco con le aragoste è…più bravo

    "Mi piace"

  17. Caro luciano due considerazioni e poi mi taccio xche nn voglio passar x bastian contrario e xche di per certo il mio livello di analisi nn sa cogliere sfumature che tu ed altri utenti con sincera ammirazione sapete cogliere ma io credo che il calcio italiano sia arroccato sul falso mito del campionato piu difficile del mondo ed altri cliche legati al tempo che fu se mi parli di top club la tua analisi la trovo perfetta pero se parliamo ad esempio di lipsia e dortmund dissento il borussia ha ceduto uno dei suoi top proprio a noi ha preso haaland se nn erro a 34 mln rubandolo proprii al lipsia che sembrava la destinazione piu ovvia fa ruotare giovani come reyna il giovane inglese knauf moukoku giocatori con meno di 20 anni sia lipsia che dortmund nn mi sembra investano come noi ed hanno un monte ingaggi nn credo paragonabile al nostro eppure i risultati europei mi sembrano almeno pari ai nostri sul riferimento al gioco del sassuolo lo reputo nn calzante a meno che nn si pensi che la rosa del sassuolo sia a livello di roma lazio napoli atalanta etc a mio modo la comparazione la farei con squadre con rose analoghe torino fiorentina cagliari samp per me anche genoa udinese e bologna francamente nn mi sembra abbia fatto peggio di qst mi basta vedere la squadra schierata contro di noi raspadori il ragazzo che sembrava degli eserdienti djuricic se penso al toro che ha in attacco belotti zaza sanabria il centrocampo del cagliari o la fiore e la samp dopo credimi sono il primo a dire che il gioco quando fanatico puo risultare dannoso vedasi il bayern super di hitzfeld campione d europa ed il suo successore guardipla che nn ottenne certo gli stessi risultati

    "Mi piace"

  18. Mahh….ho visto solo il secondo tempo della Primavera…davvero uno spettacolo penoso,pur con tutte le attenuanti che si possono concedere per tanti motivi. A costo di passare per noioso ,mi chiedo : siamo l’Inter ,come è possibile tesserare certi giocatori ? lo scrivo con tutto il rispetto dovuto ai ragazzi, ma ,ad esempio, è il caso di andare in Moldavia per acquistare un giocatore come Akhalja ? Ma come lui altri….io sono solo un semplice tifoso e non ho certo le competenze per sparare giudizi tecnici attendibili, ma……e non vi dico quanto spero di sbagliarmi e quanti auguri esprimo a questi ragazzi.

    "Mi piace"

  19. Claudio, non per inserirmi nel dialogo con Luciano, il Bayern ha una capacità di spesa enorme. Che poi usi soldi per comprare Davies è un merito, certo, ma Sane per dire, da noi non viene perché non pagato abbastanza.
    Dortmund è una Atalanta con più soldi ma alla fine cosa vince? Nulla ne in patria ne in Europa. Per noi non sarebbe accettabile.
    Detto questo sono il primo a credere che le risorse limitate vadano concentrate su pochi buoni giocatori di prospettiva, non sbagliando clamorosamente acquisti come troppo spesso fatto in passato.
    Da qui mia richiesta di un cambio deciso nello scouting, a partire dal ds.
    E per risparmiare dal 17/18 giocatore meglio ragazzi che ex giocatori come Kolarov e compagnia che assorbono denari ahimé non illimitati come in altre società. Mia opinione ovvio

    "Mi piace"

  20. Secondo me come sempre quando si discute un po’ di ragione l’abbiamo tutti. E la discussione, quando è civile come questa, risulta fondamentale. Altrimenti cosa ci sta a fare un blog?
    Io continuo a pensare che il nostro campionato sia il più difficile del mondo: oltre a me l’ho sentito dire, tra gli altri , da numerosi stranieri venuti da noi. Io però ho una visione del calcio particolare, una volta dopo un’amichevole della Primavera finita 6-.5 per noi con l’Ajax dopo aver recuperato da 1-5, mi sono sentito dire: ‘che bella partita hai visto’. ‘No’, ho risposto, ‘ho visto una partita da oratorio perché solo all’oratorio le squadre sono così sprovvedute da segnarsi a vicenda tanti gol’. Quindi non dubito che il calcio da noi sia meno spettacolare, ma per me resta il più difficile perché in ogni partita puoi perdere anche con l’ultima. Noi siamo primi e nelle ultime cinque abbiamo vinto per un gol, soffrendo, anche con squadre di media bassa classifica. Ogni partita in Italia viene decisa da episodi (per questo tra l’altro ho ancora paura nonostante il buon vantaggio: giochi col Cagliari, un rimpallo, un infortunio difensivo un intervento sconsiderato che ti fa giocare in 10 cambia tutta la prospettiva).
    Si potrebbe pensare (ed è lecito) che si tratti di un equilibrio al ribasso, ma io dico che per giudicare un campionato si devono valutare non una o due squadre top che possono spendere quello che vogliono, ma l’insieme delle squadre. Ebbene, se l’Italia è terza e precede la germania, significa che Bayern e juve a parte NOI ABBIAMO FATTO MEGLIO (grazie anche per esempio alla finale dell’inter e alle prove di Atalanta e quest’anno Roma). La Germania non ha fatto meglio di noi pur avendo il bayern che ha vinto. Io non so se il bayern spende tanto o poco: so di sicuro che giocatori come Alaba (55 milioni secondo transfermarkt) Sule (37)
    Davies (75)l. Hernandez (45) Kimmich (90) GORETZKA (70) CONAN (75) GNABRY (70) SANé (70), noi, quando avevano (o se hanno) 23-25 anni certo non ce li potevamo permettere, almeno fino all’arrivo di Conte che poi ha preso Lukaku grazie al suo prestigio personale (e al fatto che in Inghilterra non era considerato una stella). ha preso a 40 hakimi, ma non dai tedeschi, bensì dal real madrid, che riteneva (non so se a ragione) di avere un esterno destro migliore di lui. Certo, se si fosse presentato il PSG, il Chelsea o il City con 70 milioni sarebbe andato da loro. Quindi noi ancora oggi non possiamo prendere le prime scelte, mentre persino che si è preso haaland lo può fare.
    Tra l’altro, noi siamo usciti due volte ai gironi, ma solo perché battuti in entrambe le partite da real e barcellona, perché abbiamo affrontato squadre tedesche forti e siamo usciti entrambe le volte facendo meglio di loro negli scontri diretti

    "Mi piace"

  21. Sono d’accordo con Roberto che un cambio nello scouting per la prima squadra sarebbe utile e con marco sulla prestazione della Primavera: sicuramente la più squallida di questa stagione. E ritieniti fortunato per non aver visto il primo tempo. C’è stata però una nota positiva, ma ne parlerò ius seguito

    Piace a 1 persona

  22. Senza voler fare polemica fine a se stessa con Claudio, vorrei notare come Bayern-PSG finita 2-3, indicata come “bella partita”, mentre secondo me ha visto una “modesta” fase difensiva dei bavaresi, non è necessariamente l’unica opzione del Bayern. Meno di un anno fa il Bayern vinse la finale 1-0 difendendo molto meglio, senza concedere tutto il campo a Mbappè…insomma il “trofeo” lo portò a casa con più attenzione tattica. Ovviamente gli “esteti” non trovarono “bella” quella finale ma, temo, il Bayern la trovò migliore del quarto di mercoledì…

    "Mi piace"

    1. Ma ci mancherebbe credo di essere io ad apparire polemico e me ne scuso pero io la vedo diversamente per me il bayern sia in semifinale che in finale nei primi 25 minuti poteva esseee sotto con entrambe di almeno 2 gol credo sia la squadra piu spregiudicata che abbia mai visto difesa che difende a meta campo con boateng sule sopratutto e alaba che nn sono certo veloci davies nn sa difendere thiago alcantara nn parliamone piu 4 punte per me loro soprattutto l anno scorso avevano un giro palla ad una velocita folle e accupando la meta campo avversarie riducono gli spazi costringendo gli avversari a giocare in spazi strettissimi certo x me accettano di prendere 3 gol a partita x me se avessere avuto lewa con il psg credo avrebbero vinto pero il dato che piu mi ha stupito e che alaba ha fatto almeno 4 o 5 tiri dal limite e fa il difensore centrale a me inoltre nn sembra qst squadrone io i nostri difensori nn li cambierei mai con i loro ma ripeto nn voglio convincere nessuno e solo come io la vedo

      "Mi piace"

  23. Per come la vedo io, i campionati migliori del mondo sono i campionati che in un determinato momento sono i più ricchi. Se il Crotone inglese può permettersi un budget per il mercato di 40 milioni con investimenti su singoli giocatori da 15-18 milioni è naturale che si possa dar vita a progetti interessanti (immaginate il Sassuolo con il triplo del suo budget). Detto questo, i soldi vanno anche saputi spendere. Alcuni del Bayer che oggi costano 80 milioni magari sono stati presi a 10 oppure arrivano dal vivaio. Non è cosa affatto scontata, e stiamo parlando della squadra che l’anno scorso ha vinto TUTTE le partite di Champions, uno dei risultati calcistici più clamorosi della storia. Da noi non credo che i Musiala e i Davies avrebbero avuto la possibilità di trovare lo spazio che al Bayer si sono ritagliati. Per quanto riguarda il Lipsia o il Dortumund, il paragone non può essere fatto con l’Inter o con la Juve, e quindi secondo me la domanda “sì, ma cosa vincono?” regge poco. Il corrispettivo sarebbe una Lazio, che al contrario della Lazio arriva secondo o terza in campionato, in semifinale o ai quarti di Champions tirando fuori a costo quasi zero talenti da rivendere a 50-60 milioni (ero a Sesto San Giovanni quando ho visto giocare per la prima volta Moukoko contro la nostra primavera giusto un annetto fa…)
    In questo momento con i soldi che hanno, le squadre inglesi e tedesche hanno dimostrato di avere una visione più futuribile della nostra. Gli investimenti dell’Inter di quest’anno si sono dimostrati vincenti e io sono contentissimo di come sta andando, però già l’anno prossimo se non cambi alcuni giocatori over 30 acquistati da uno-due anni investendo molti soldi (che abbiamo?) rischi di non andare avanti in Europa e di fare fatica in campionato.
    Per questo le perplessità che qui stiamo mostrando in molti sull’improvvisa involuzione del settore giovanile – che ti mette a disposizione liquidità e magari una volta ogni 4-5 anni, un giocatore da prima squadra- non è secondo me un “di più” ma un discorso importante per il futuro di questo club.
    p.s. piccola curiosità (siamo ad aprile e sul sito non sono state neppure aggiornate le rose delle squadre giovanili, un piccolo ma tutto sommato significativo segnale del cambio di linea avvenuto negli ultimi 12-24 mesi)

    "Mi piace"

  24. Detto questo preferisco guardarmi una partita del campionato italiano che una dell’inglese. Ma penso sia dipenda da una mia abitudine, non da un dato oggettivo. Altrimenti i Granada e altri club del genere non butterebbero fuori i nostri club di prima fascia.

    "Mi piace"

  25. Non sono d’accordo con Giorgio. A livello finanziario l’Inter non è messa meglio della seconda terza e quarta squadra tedesca, quindi per me il paragone è giusto. Lo ripeto: siamo prima della Germania nel ranking Uefa : togliamo pure il bayern (che vince molto) e la juve (che è la più ricca delle nostre e vince poco), significa che le seconde terze, quarte e quinte nostre (Inter Napoli Atalanta, Roma, ora anche Milan) sono più forti o comunque hanno ottenuto migliori risultati. E saremmo primi anche di quelli che ci precedono se loro non avessero almeno 2-3 ricchissime con le quali non possiamo competere. Perché forse qualcuno il bayern l’avrà preso a poco, da giovane, ma certo Lewa e diversi altri noi non ce li potevamo permettere. Come non avremmo potuto permetterci haaland, per dire. Comunque io se in un sorteggio diciamo dei semifinale ci capitasse una squadra tedesca sarei relativamente contento

    "Mi piace"

  26. Il coefficiente non racconta però quanto accaduto negli ultimi tre anni

    2019/2020 1 vincitrice CL (Bayer), 1 semifinalista CL (Lipsia) vs 1 finalista El (Inter)
    2018/2019 1 semifinalista EL (Eintracht)
    2017/2018 1 semifinalista CL (Bayer) vs 1 semifinalista CL (Roma)

    Quest’anno siamo a 2 quarti di finale CL (Bayer, Dortmund) vs 1 quarto di finale EL (Roma)

    Per quanto riguarda il Lipsia ha chiuso la campagna acquisti in attivo quest’anno, cosa che noi non facciamo da decenni. Per cui certamente introiti diversi, ma allo stesso tempo proprietà entrambe solide e capacità di ottenere ricavi superiore alla nostra

    "Mi piace"

  27. racconterà qualcos’altro che tu non prendi in considerazione nei tuoi calcoli: che so, più di tre anni, o altro. Non conosco né la situazione finanziaria né le spese tali del Lipsia, ma non credo che abbia fatto meglio del’Atalanta. Ogni tanto capita

    "Mi piace"

  28. Capiterà anche l’anno prossimo, e l’anno prossimo ancora (Upamecano, Brobbey – preso a scadenza – Dani Olmo ecc.). Si tratta di un progetto avviato qualche anno fa dalle serie minori tedesche e basato su uno scouting internazionale che nemmeno l’Atalanta, esempio senz’altro virtuoso, è in grado di portare avanti. Questo per quello che dicevo: denari + idee. Per come la vedo io anche se avessimo denari, non avremmo idee nel calcio italiano.
    La filosofia intrapresa dall’Inter negli ultimi dieci anni era un’eccezione che, non capisco come mai, abbiamo deciso di abbandonare.

    "Mi piace"

    1. Concordo in toto per me haaland va al dortmund perche e una societa disposta a investire su un 19enne proposto si dice alle italiana pagando la clausola di 20 milioni piu commissioni da noi il 99 pinamonti risulta troppo giovane nn vorrei dire castronerie ma temo che il ranking sia fortissimamente condionato dai risultati della nazionale senza far polemiche ma se l atalanta che ha penso meno di un quarto del nostro monte ingaggi e penso gli investimenti lo stesso divrei applicare lo stesso principio di noi con il bayern pero nn e cosi

      "Mi piace"

      1. Haaland venne proposto alla juventus, che si disse fortemente interessata; infatti, il ragazzo era ancora minorenne, propose a Raiola di fargli “saltare” l’Under 19 mandandolo subito in Under 23. Serie C.
        Ti lascio immaginare la risposta di Raiola..😂

        "Mi piace"

  29. Io continuo a sperare nella tempesta perfetta noi campioni d italia e la juve fuori della champions lasciatemi sognare

    "Mi piace"

  30. Con un po di fortuna il gol sarebbe arrivato prima….certo con l’avversario chiuso in difesa (organizzati come mai prima di oggi) non era semplice ma a parte l’infarto finale non sono stati pericolosi.
    Bene il recupero di condizione di sensi, sarà indispensabile
    Complimenti al campionato di darmian, i gregari come lui sono ossigeno, gamba attenzione e concentrazione in entrambe le fasi tutto il campionato

    "Mi piace"

  31. Come volete, tanto nessuno cambia idea. Dal mio punto di vista la partita dii oggi è la milionesima conferma delle mie idee.
    Sono contento di sapere4 che Pinamonti vale haalanmd e che solo la mancanza di fiducia gli ha impedito di essere al posto di Lukaku e Lautaro. Contento per lui, perché il prossimo anno magari andrà al City o al bayern e sarà il più forte d’Europa
    PS non so come andrà a finire la stagione, ma oggi posso dire che sono felice che si sia cambiata la filosofia ‘intrapresa dalla società da 10 anni a questa parte’

    "Mi piace"

    1. Certo pinamonti nn sara haaland pero nn giocare mai un minuto per uno pagato 8 milioni + 12 di bonus con 3 milioni di stipendio mi sembra stridere con i discorsi fatti ma resta una mia impressione

      "Mi piace"

  32. Direi ottima prestazione della squadra e personalmente mi è molto piaciuto la slancio di passionalità di Conte con il bacio ad Hakimi l’ho trovato un bel gesto visto che ascoltando trasmissioni televisive sembrava che stesse già diventando un brocco, felice anche per il buon Darmian che sembra un gran professionista e almeno per me piacevolissima sorpresa

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.